Creare un ambiente rilassante con la luce
Posted in   on In Evidenza, Info dal mercato

La parola fototerapia deriva dalla lingua greca e significa letteralmente terapia della luce. Quest’ultima viene chiamata anche elioterapia ed è allora una tecnica curativa, che si basa sull’uso della luce per generare in un individuo un effetto antidepressivo.

…Continua

La Triveneta cavi fornisce 175 km di cavi per uno dei più grandi impianti industriali d’Africa
Posted in   on Info dal mercato, news lato slider (IT)

Circa 175 chilometri di FG16(O)R16, H07RN-F, FS17 (per un totale di 215 tonnellate) progettati e prodotti da La Triveneta Cavi sono stati acquistati e verranno installati dai nostri partner Africani Elektrint Nigeria Ltd. per la realizzazione di un imponente nuovo sito produttivo tecnologicamente avanzato in Nigeria, su un terreno di oltre 16 ettari.

 

 

Con la costruzione del nuovo stabilimento, il cui completamento sta avvenendo in questi giorni, l’azienda diventerà la più grande industria produttrice di film BOPP + BOPET del continente africano; per la loro lavorazione l’azienda utilizza tecnologia avanzata gestita dal gruppo francese ESOPP. Vista la portata del progetto e la struttura di questa imponente realizzazione i cavi richiesti devono assicurare portate di energia considerevole ed un alto livello di sicurezza (sezioni di cavo importanti).

Il progetto è stato seguito dai nostri partner Elektrint Nigeria Ltd, specializzati in Ingegneria Elettrica ed Idraulica, Aria Condizionata, Condotti e Protezione Anti-Incendio, Sistemi di Sorveglianza e Strutture Pre-Fabbricate, operanti in Africa da oltre 36 anni, che hanno scelto di utilizzare i cavi CPR de La Triveneta Cavi, che soddisfano requisiti normativi Europei, i più alti e restrittivi al mondo. La scelta di utilizzare per quest’opera i cavi Italiani de La Triveneta Cavi, riconosciuti in fase di selezione come prodotto ideale, porta alla nostra azienda un grande prestigio e ci permette di espandere ulteriormente il nostro marchio sul continente africano che in prospettiva è quello che ha maggiore margine di sviluppo nei prossimi anni.

 

 

 

 

Ecco le tre tipologie di cavo utilizzate per l’impianto:

FG16(O)R16: Usato per posa fissa in industria e siti costruttivi, adatto all’utilizzo esterno, interno, su strutture metalliche o all’aria aperta, impiegabile anche in ambienti umidi e a rischio di incendio. Buona capacità di non propagazione dell’incendio.

H07RN-F: Usato soprattutto per posa mobile in ambiente interno o esterno, per fornire energia a macchinari ed equipaggiamenti per la realizzazione delle infrastrutture. Molto apprezzato per l’eccellente resistenza alle sollecitazioni meccaniche.

FS17: Usato per posa fissa all’interno di condotti e tubazioni all’interno di edifici, per illuminazione e alimentazione negli uffici.

Corrugato o Canalina? Ecco quale scegliere
Posted in   on In Evidenza, Info dal mercato

Nella realizzazione di un impianto elettrico civile una delle prime fasi riguarda la posa dei tubi protettivi entro i quali far passare i cavi elettrici in modo ordinato e sicuro.

…Continua

La Guida Pratica de La Triveneta Cavi
Posted in   on In Evidenza, Info dal mercato, Primo piano

La Triveneta Cavi rinnova e presenta la nuova versione della celebre “Guida Pratica”, un documento disponibile sul nostro sito e sui nostri canali ufficiali sia in forma digitale che cartacea.

La “Guida Pratica” vuole essere d’aiuto a tutti gli addetti del settore (elettricisti, progettisti, manutentori, installatori, distributori) essendo un valido contributo per una maggiore consapevolezza e competenza da parte di chi lavora quotidianamente con i cavi elettrici in Italia.

In questo volume, che potete scaricare qui >>> Guida Pratica <<< troverete una raccolta di informazioni utili riguardo:

– la classificazione dei cavi secondo il regolamento CPR e, per il mercato Italiano, secondo la norma CEI EN 35016;
– i parametri per la scelta di un cavo;
– la marcatura CE;
– i luoghi di impiego dei cavi suddivisi per il livello di rischio (Alto, Medio, Basso);
– i cavi per il mercato italiano nonché le principali norme e i regolamenti vigenti sull’argomento.

La rete elettrica europea diventa Grid, più ecologica e intelligente con il progetto WISEGRID
Posted in   on In Evidenza, Info dal mercato

Uno dei punti fondamentali per lo sviluppo futuro è rappresentato senza dubbio dalla necessità produrre meno inquinamento atmosferico e ottimizzare i consumi.

…Continua

10 trucchi e consigli per risparmiare energia elettrica in casa
Posted in   on In Evidenza, Info dal mercato

Quando si vuole risparmiare in bolletta, non si può proprio fare a meno di mettere in atto varie accortezze in grado di abbattere i costi. Quali sono i suggerimenti da seguire? Proviamo a scoprirlo insieme.

Lo Stand-By e lo Spegnimento

Quando si parla di ridurre le spese in bolletta per l’energia elettrica, non ci si può dimenticare di tutto ciò che riguarda lo stand-by e lo spegnimento. Bisogna capire che mettere un dispositivo in stand-by non significa spegnerlo. Mentre il dispositivo è in stand-by, continua a funzionare comunque. Questo comporta una continua spesa a carico della persona che, quindi, deve pagare in bolletta più del dovuto. Come evitare che questo accada? In un modo estremamente semplice: spegnere il dispositivo invece di metterlo in stand-by. Alla fine dei conti tutto ciò che serve è premere il tasto dello spegnimento… facile, no? Per giunta è una di quelle azioni che possono far risparmiare non poco.

Luce al massimo VS Luce Naturale

Molte persone abusano dell’interruttore della luce in una maniera spropositata. Tuttavia, affinché il costo in bolletta sia ridotto, si può prendere in considerazione l’idea di sfruttare al massimo la luce naturale. Quest’ultima è comunque ottima per illuminare un ambiente. Per aumentare ancora di più l’effetto della luce naturale, si può prendere in considerazione l’idea di modificare l’arredamento. Creando più spazio, quest’ultimo sarà anche meglio illuminato e i costi in bolletta saranno ridotti.

Lampade alogene?

Fino a poco tempo fa praticamente ovunque in Europa si dava un largo e ampio utilizzo alle lampade alogene. Queste offrivano un alto consumo e avevano delle caratteristiche più o meno buone.

A partire dal 1° settembre del 2018, queste lampade sono state ufficialmente bandite dalla diretta europea numero 244 del 2009. Difatti, al giorno d’oggi esistono numerosissime alternative eco-friendly. Grazie alle stesse l’Unione Europea sarà in grado di risparmiare ben 48 TWh d’energia che, per essere chiari, è il consumo di tutto il Portogallo. Le alternative non costano molto, non sempre hanno dei rendimenti più bassi e in contempo offrono comunque delle ottime possibilità. Per risparmiare ancora di più è meglio preferire le lampade a basso consumo piuttosto che quelle a consumo particolarmente elevato. Tra le tante lampadine alternative sarebbe meglio concentrare le proprie attenzioni sulle lampadine a LED.

Il frigorifero consuma tanto!

Se c’è un elettrodomestico che consuma molto più degli altri, quello è senz’altro il frigorifero. Esso mangia tantissima energia elettrica: per questo vale la pena di considerare di cambiarlo oppure di usarlo di meno. Non solo! Bisogna anche prestare la massima attenzione possibile a tutto ciò che riguarda la sua posizione. Il frigo deve trovarsi a circa una decina di centimetri dalla parete e preferibilmente lontano dalle fonti di calore, come i caloriferi o i forni. Non devi esagerare con l’abbassamento della temperatura interna, bastano 4-6 gradi.

Attenzione alla lavatrice

Un discorso molto simile dev’essere svolto anche per la lavatrice. Meglio sempre usarla a carico pieno e, qualora si possa, la sera più che di mattina. Non serve mettere solo pochi abiti in lavatrice e farla funzionare: è uno spreco di energia elettrica e di acqua. Si può persino fare a meno del prelavaggio, che rappresenta un altro spreco e spesso non serve a niente.

L’uso del condizionatore

Se in casa fa troppo freddo o caldo non si può fare a meno di usare il condizionatore. Tuttavia bisogna anche capire che si tratta di un altro elettrodomestico che consuma tantissima energia elettrica. Per risparmiare usando il condizionatore si consiglia di non impostare una temperatura troppo bassa o alta. Spesso basta anche una modifica di pochi gradi affinché nella stanza venga raggiunta una temperatura perfetta per la vita. Altresì è bene pulire il condizionatore: così consuma meno energia ed è più salutare.

L’uso del forno

Sul mercato si possono trovare tantissime tipologie di forni. Ci sono sia quelli che consumano di più, sia quelli che consumano di meno. Tra le tante tipologie puoi scegliere quella a minor consumo. E quando fai funzionare il forno, perché non scegli la modalità di cottura ventilata? Si tratta del tipo di cottura in grado di mantenere la temperatura a livelli uniformi e spesso anche molto bassi.

Il ferro da stiro : è obbligatorio usarlo?

Secondo quanto riportato alcuni universitari, ormai si può fare a meno del ferro da stiro. Il motivo? Si possono evitare le pieghe sui panni effettuando una buona stenditura. Lasciandoli al sole per un po’ e stendendoli bene, sarà il sole stesso a eliminare le troppe pieghe. Ovvio, i panni non saranno perfetti, ma le pieghe non saranno tante. Inoltre, i capi d’abbigliamento un po’ stropicciati sembrano andare di moda ultimamente, tanto da essere diventati parte di un trend.

Attenzione a ciò che si compra!

Quando si ha il bisogno di comprare un elettrodomestico bisogna, primo di tutto, prestare attenzione a tutto ciò che riguarda la classe di consumo energetico, preferibilmente dalla classe A in sù. Si tratta di un investimento iniziale che a lungo andare darà alle persone un sacco di soddisfazioni. Le classi energetiche come la A+, la A++ e la A+++ sono ottime proprio per abbattere i costi in bolletta in quanto richiedono pochissima energia elettrica per funzionare senza problemi. Di fronte a un’esigua spesa iniziale, i vantaggi possono diventare consistenti!

Devi leggere le bollette!

Il risparmio parte dall’informazione. Bisogna sapere quanto si consuma e quando si consuma. Per questo è fondamentale leggere le bollette che arrivano a casa. Non basta semplicemente controllare l’importo da pagare, ma anche quanta energia elettrica si consuma. Se non si è soddisfatti della tariffa imposta, perché allora non cambiare il proprio fornitore di luce e gas? Passando dal Mercato Tutelato a quello Libero si può risparmiare in modo consistente!

Sicurezza elettrica nei condomini
Posted in   on In Evidenza, Info dal mercato

La sicurezza elettrica nei condomini è un elemento essenziale per fare in modo che un intero palazzo possa restare al massimo delle proprie possibilità per un lungo periodo temporale.

…Continua

Quanta energia ci costeranno i cambiamenti climatici?
Posted in   on In Evidenza, Info dal mercato

Da diversi decenni è chiaro che i cambiamenti climatici stanno comportando rischi ambientali al di là di qualsiasi previsione, eppure stiamo solo iniziando a fare i conti con i potenziali disastri economici.

…Continua

Digital Energy e Smart City: i progetti in Italia
Posted in   on In Evidenza, Info dal mercato

Con l’avvento della nuova crisi energetica, il contesto urbano sta conoscendo un’evoluzione per quanto riguarda la sinergia legata al digitale: qui sta acquistando sempre più importanza la figura del prosumer, parola inglese che indica chi è allo stesso tempo un produttore e un consumatore di energia rinnovabile.

…Continua

La Triveneta Cavi in visita a K 2019
Posted in   on In Evidenza, Info dal mercato, news lato slider (IT)
Dal 16 al 23 Ottobre La Triveneta Cavi sarà in visita alla fiera K 2019 a Düsseldorf: la fiera più importante al mondo sulle materie plastiche e della gomma!

…Continua